ARCHITETTURA E NATURA 2020 VIII PREMIO SIMONETTA BASTELLI PROGETTI VINCITORI

argomenti in primo piano

La giuria composta da:

  • Presidente: Marsilio Marinelli, Sindaco di San Venanzo
  • Ferruccio Della Fina, vicepresidente dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della provincia di Terni
  • Luca Gibello, direttore de Il Giornale dell’Architettura
  • Charis Goretti, Presidente Fondazione Almagià
  • Annalisa Metta, Comitato scientifico In/Arch
  • Floriana Micheloni, Studio Più International Srl
  • Sara Pivetta, Segretario Consiglio Nazionale AIAPP
  • Flavio Trinca, Delegato al Paesaggio Ordine degli Architetti P.P.C. della provincia di Roma
  • Diego Zoppi, Consiglio Nazionale del Architetti P.P.C.

all’unanimità ha scelto i seguenti progetti vincitori:

CATEGORIA PROFESSIONISTI

Vincitore:

MADE Associati architettura e paesaggio

Progetto: Parco Giacomini – Il valore dell’abbandono

Luogo: Motta di Livenza (TV)

Con la seguente motivazione: “Il progetto sviluppa il tema, eminentemente contemporaneo, di recupero di un’area periferica degradata e in disuso. Le ridotte risorse economiche messe a disposizione vengono sfruttate per innescare un percorso virtuoso di recupero e riciclo che diviene la “cifra” linguistica e strategica del progetto, sviluppato con pochi ed elementari segni, ma significativamente combinati in un disegno suggestivo e convincente che ben si integra nel paesaggio circostante”.

CATEGORIA GIOVANI

Vincitore:

Fandiño Architecture&Landscape

Progetto: Towards the horizon

Luogo: O Rosal, Galicia, Spain

Con la seguente motivazione: “A fronte di un’attenta e puntuale analisi conoscitiva del luogo e della sua storia evolutiva, il progetto propone un nuovo momento di sviluppo dei luoghi, con un disegno minimale ma efficace utilizzando tecniche e materiali che, pur appartenendo ai linguaggi del luogo, ne costruiscono le nuove identità”.

CATEGORIA TESI DI LAUREA

Vincitore:

Elisa Donini

Progetto: Il Bosco di Roma – Rigenerazione del margine ovest di Tor Bella Monaca

Luogo: Roma, Italia

Con la seguente motivazione: “Il progetto ricuce, attraverso il ridisegno paesaggistico di un’area marginale, due sistemi urbani dissimili e caratterizzati da criticità strutturali e funzionali. All’interno di un bosco urbano si sviluppa un sistema di relazioni costituito da percorsi che collegano servizi preesistenti con nuove funzionalità urbane”.

CATEGORIA STUDENTI

Vincitori EX AEQUO:

– Alessia Cipolletti, Giulia Lagrasta, Tania D’Agostino, Anna Poppi, RiccardoCentofanti del Corso di Garden Design del Corso di Laurea in Interior Design – UED, Università Europea del Design di Pescara

– Tonia Mininno, Maria Teresa Parisi, Roberta Potenza, Morena Candeloro, Riccardo Bizzarri, Ruben Berardinelli del Corso di Garden Desing del Corso di Laurea in Interior Design – UED, Università Europea del Design di Pescara.

Progetto: Stanze Verdi” Il paesaggio domestico

Luogo: Pescara, Italia

Con la seguente motivazione: “In un periodo in cui la didattica ha vissuto momenti difficili con insegnamenti a distanza e difficoltà di relazione tra docenti e discenti, è stata apprezzata la capacità di portare a compimento un processo esplorativo progettuale finalizzato ad un impegno concorsuale”.

PREMIO SPECIALE EMU

al progetto con il miglior elemento di arredo urbano

Vincitore:

MRA, Maurilio Ronchetti Architetto

Maurilio Ronchetti

Collaboratori: Michele Zambetti, Giulia Pagliara

Progetto: Riqualificazione dei percorsi pedonali della località Bogn di Castro

Luogo: Castro, Bergamo, Italia

Con la seguente motivazione: “Il progetto è costruito intorno ad un originale elemento di arredo che definisce esso stesso un paesaggio, oltre ad esserne macchina percettiva ed interpretativa, stabilendo con semplicità ed efficacia il rapporto dialettico tra i diversi elementi che costituiscono paesaggio stesso”.

Vincitori-2020

Le tavole dei progetti, tutte le mostre e gli atti del convegno diffuso sono visibili sulla piattaforma: http://www.architetturanatura.com/

Next Page »